Report 2017 sulla pubblica lettura in Polesine

Il Centro Servizi SBP traccia un bilancio dell’andamento della pubblica lettura in Polesine sulla scorta dei numeri rilevati dalle basi dati gestite dalla Provincia di Rovigo che ospitano gli applicativi d’archiviazione e gestionali delle biblioteche polesane aderenti alla rete.
Sono stati 130.224 i prestiti complessivi registrati nella rete, numero che comprende i prestiti interni (ovvero quelli fatti dalle biblioteche sul patrimonio locale ai propri utenti, che sono stati 103.788) e quelli interbibliotecari in entrata ed uscita (cioè richiesti o prestati ad altre biblioteche della rete, in totale 26.436).
Le biblioteche che hanno registrato i numeri più elevati sono state, nell’ordine, l’Accademia dei Concordi e le comunali di Occhiobello e Porto Viro, seguite da quelle di Porto Tolle, San Martino di Venezze, Adria e Castelmassa.
Con riferimento all’Indice di prestito, ovvero al rapporto tra prestiti e popolazione, le biblioteche polesane più virtuose sono state San Martino di Venezze, con un indice di 2,38 libri prestati per abitante all’anno, Castelmassa, con 1,69, Occhiobello con 1,32, Porto Tolle con 1,17, Villadose con 0,97 e Porto Viro con 0,95. Al 13° posto, più staccata, l’Accademia dei Concordi con 0,54 prestiti per abitante, mentre Lendinara e Badia Polesine si collocano rispettivamente al 22° e 24° posto con 0,30 e 0,27. Dai dati emerge che le biblioteche con migliore indice di prestito sono a scaffale aperto, poiché riescono a promuovere e valorizzare al meglio le loro collezioni e novità.
Il Catalogo bibliografico collettivo delle biblioteche polesane ha raggiunto i 238.535 titoli per 449.563 copie. L’incremento su base annua è stato di 23.417 copie/unità e 12.499 titoli/record.
A livello generale va annotato nel 2017 l’ingresso nella rete bibliotecaria polesana delle biblioteche di Rosolina, del Liceo Bocchi di Adria e del Centro Mariano di Rovigo mentre tra gli eventi più significativi si distinguono la riapertura della biblioteca di Trecenta, chiusa dal 2012 a causa del sisma che ne danneggiò la sede, e l’inaugurazione della nuova sede della biblioteca di Castelmassa, che finalmente potrà contare su una struttura adeguata al ruolo strategico ricoperto nell’alto polesine. Tra le note dolenti va almeno citato lo scioglimento dell’Unione dei Comuni Eridano che ha pesantemente penalizzato il servizio di pubblica lettura nei Comuni ex aderenti (Polesella, Bosaro, Guarda Veneta e Crespino) come risulta dai dati, anche se vi sono segnali che inducono a ritenere che l’attività possa essere rilanciata nel corso del 2018, seppure individualmente.

Per scaricare le serie complete dei dati e l’analisi dettagliata degli stessi clicca qui >>

Annunci

Il Mercatino delle Biblioteche

Biblioteche a corto di risorse? Servizi culturali in crisi? La rete bibliotecaria non ci sta.

Nei giorni 16, 17 e 18 dicembre la rete SBP organizza il primo Mercatino delle Biblioteche per raccogliere fondi da destinare alle biblioteche polesane. Si terrà a Rovigo, in Sala Celio, in via Celio 10 con il seguente orario: 10.00-13.00 e 16.00-19.00.

Saranno esposti in offerta circa 2.500 libri nuovi e seminuovi in offerta derivanti dalle revisioni dei patrimoni bibliografici delle biblioteche della rete, e molti altri titoli di interesse locale messi a disposizione dalla biblioteca provinciale.

Trovare fondi per incrementare e svecchiare le collezioni delle biblioteche diventa sempre più difficile in tempo di spending review. Il rischio di una deriva negativa è concreto: una biblioteca che non sia in grado di rispondere tempestivamente ai bisogni informativi dei suoi utenti, anche garantendo regolarmente libri nuovi e documenti aggiornati, non offre un servizio efficace ed è condannata al declino.
Il paradosso è che alle biblioteche non mancano i nuovi libri ma mancano i libri nuovi, quelli che rappresentano l’attuale mercato editoriale e che vengono richiesti dai cittadini di tutte le età.
Chi più e chi meno infatti tutte le biblioteche polesane durante l’anno ricevono donazioni da parte degli utenti di opere già possedute ed effettuano fisiologiche revisioni del proprio patrimonio per ottimizzare gli spazi, accumulando così numerose copie di libri, che vengono donate, eliminate o accantonate come copie multiple e di riserva.
Perché dunque non mettere a frutto queste risorse scarsamente valorizzate? Se l’è chiesto il Centro Servizi della rete provinciale che ha elaborato un progetto per reperire fondi per l’acquisto di novità editoriali per le biblioteche e dare impulso al rinnovamento delle loro collezioni.
Dal mese di marzo il Centro Servizi SBP ha così proposto alle biblioteche di conferire tutti i libri “scartati” a Palazzo Celio, utilizzando per il trasporto il corriere che svolge il servizio di collegamento settimanale sul territorio. In questi mesi sono stati selezionati ed elencati dal Centro Servizi SBP oltre 2.500 materiali nuovi e seminuovi di ogni genere.
Dal 16 al 18 dicembre prossimo i libri saranno esposti a Rovigo presso Sala Celio per “Il Mercatino delle Biblioteche”, a disposizione di chi vorrà farci visita. Per gli utenti l’opportunità è doppia: scegliersi uno o più libri in offerta, e contribuire così all’iniziativa a favore delle biblioteche polesane. I fondi raccolti saranno infatti poi ridistribuiti alle biblioteche che potranno spenderli per l’acquisto di libri nuovi, in modalità cooperativa e coordinata, in modo da valorizzare al massimo le risorse. I materiali acquistati saranno catalogati e consegnati alle biblioteche dal Centro Servizi SBP rendendoli così da subito disponibili al prestito degli utenti polesani.
Oltre ai libri raccolti saranno proposti al Mercatino delle Biblioteche anche numerosi titoli in deposito presso Palazzo Celio. Si tratta di volumi di argomento locale, accumulati nel corso degli anni presso la biblioteca provinciale, per lo più fuori commercio e quindi introvabili.
L’auspicio è che l’appuntamento diventi una divertente occasione per cercare i propri autori ed opere preferite, spulciando tra opere recentissime di largo consumo ma anche titoli di non facile reperimento nei canali tradizionali di mercato: bestseller di narrativa italiana e straniera, saggistica, opere di interesse locale, edizioni per ragazzi e perfino un certo numero di film in dvd.
Il Mercatino delle biblioteche non sarà però solo una raccolta fondi ma anche l’occasione di promuovere le nostre biblioteche e sostenere il servizio di pubblica lettura in Polesine.
I cittadini da sempre dimostrano di avere a cuore le loro biblioteche, perché in esse identificano il vero presidio culturale pubblico diffuso del territorio; ma vogliono biblioteche vive e dinamiche, che funzionino ed eroghino servizi quotidiani, non dei polverosi luoghi simbolici, aperti un paio di volte l’anno in occasione di qualche evento estemporaneo.
Per questo anche l’adozione di un solo libro sarà un segnale importante di sostegno ai servizi delle biblioteche.
Da Porto Tolle a Melara, tutte i bibliotecari della rete hanno aderito con entusiasmo alla proposta del SBP, e non solo con i libri: alcuni di loro si sono infatti resi disponibili a collaborare volontariamente all’iniziativa con il personale del Centro Servizi SBP, per l’allestimento e l’apertura. Un valore in più anche per il pubblico, che potrà così contare anche sui consigli di lettura dei bibliotecari polesani, nel pieno dello spirito di cooperazione che regola le attività della rete bibliotecaria.
E non finisce qui, perché l’intenzione è di far diventare il Mercatino delle BIblioteche un appuntamento fisso del calendario culturale del territorio, da realizzarsi due volte l’anno.

La lettura da 0 a 6 anni: un corso per operatori e volontari

Il Sistema Bibliotecario Provinciale – SBP della Provincia di Rovigo, coordinatore della rete bibliotecaria polesana e referente provinciale del progetto nazionale Nati per Leggere, in collaborazione con Regione del Veneto, Centro per il Libro e la Lettura (Cepell), Centro per la Salute del Bambino (CSB onlus) e Nati per Leggere sez. Veneto, organizza un

CORSO GRATUITO DI FORMAZIONE MULTIDISCIPLINARE
PER OPERATORI E PER VOLONTARI
NATI PER LEGGERE

della durata di 16 h,
che si terrà nei giorni 17 e 18 novembre 2017
a Rovigo e Adria

>> modulo di iscrizione <<

Obiettivo formativo è creare e rafforzare reti locali per la promozione della lettura nella fascia di età 0-6 anni

L’iniziativa si inserisce nel programma di attività del progetto nazionale Nati per Leggere, promosso da CSB onlus, AIB-Associazione Italiana Biblioteche e ACP-Associazione Culturale Pediatri.

Il Veneto è una delle Regioni pilota (insieme a Basilicata, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Puglia, Sicilia e Umbria) in cui verrà sperimentato il Piano d’azione del “Protocollo d’intesa per la promozione della lettura nella prima infanzia: programma 0-6″, sottoscritto tra il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT), il Ministero della salute e il Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca (MIUR) e successivamente condiviso dalla Conferenza delle Regioni.

Il corso formativo Nati per Leggere in programma prevede due opzioni:

– percorso MULTIDISCIPLINARE per operatori: destinato a pediatri di famiglia e di comunità, altri operatori sanitari, bibliotecari, educatori, insegnanti, operatori sociosanitari delle cure primarie, operatori delle associazioni culturali e di sostegno alla genitorialità;
– percorso VOLONTARI NpL: destinato alle persone che intendono impegnarsi a diffondere il Programma a livello territoriale.

Entrambi i percorsi hanno durata di 16 h, articolati su due giornate, e la partecipazione è GRATUITA.

Per la provincia di Rovigo il corso si terrà dei giorni 17 e 18 novembre 2017, con il seguente programma:

– 17 novembre – I giornata pleanaria, comune per operatori e volontari : Rovigo, Auditorium Ospedale (v.le Tre Martiri, 140)
– 18 novembre – II giornata per operatori : Rovigo, c/o sede dell’Ordine dei Medici (via Silvestri, 6)
– 18 novembre – II giornata per volontari : Adria, Biblioteca dei Ragazzi (vicolo Prigioni Nuove, 7)

Il termine per le iscrizioni è il 3 novembre 2017.

Dettagli sul programma, sui contenuti e informazioni sul corso, compresi modalità di iscrizione e criteri di accettazione, sono riportati nella pagina NPL dedicata al “Programma 0-6”, accessibile cliccando qui>>, oppure rivolgendosi ai nostri recapiti in calce.

Gli interessati alla partecipazione al corso (percorso multidisciplinare per operatori e percorso volontari NPL) possono iscriversi on-line compilando il modulo (form) cliccando qui>>

Salva