La pubblica lettura in Polesine nel 2014

prestito_libriTempo di bilanci per la rete bibliotecaria polesana.
Il servizio di interprestito si è confermato nel 2014 particolarmente gradito dagli utenti delle 53 biblioteche aderenti a SBP, che nei numeri si dimostra un servizio culturale efficiente, grazie alla cooperazione e alla condivisione delle risorse.
Non sono solo i patrimoni librari a circolare ma anche opere video (film e documentari) e audio (musica e audiolibri). Attraverso il Corriere SBP sono trasportati anche i volumi destinati alla catalogazione centralizzata, i materiali promozionali delle attività culturali organizzate dalle biblioteche, i libri omaggio, gli acquisti coordinati e i doni.
Nei servizi resi dalla Provincia di Rovigo alle biblioteche è l’interprestito a farla da padrone: sono stati 14.237 i volumi scambiati tra le biblioteche polesane nel 2014, numero che raddoppia se riferito ai materiali movimentati dal Corriere SBP che collega settimanalmente il territorio, poiché ogni prestito prevede un viaggio di andata ed uno di ritorno.
I prestiti locali invece, ovvero quelli registrati sui documenti del patrimonio di ogni singola biblioteca per i propri utenti interni, sono stati complessivamente 116.553.
E’ da precisare che i dati raccolti dal Centro Servizi SBP sono quelli derivati dal gestionale di rete, utilizzato dalla quasi totalità delle biblioteche aderenti; non sono pertanto conteggiati eventuali prestiti gestiti manualmente o localmente con altri strumenti.

Scarica il report 2014 >>>

Tutti i dati provinciali, comprese le serie storiche, sono disponibili nella sezione Dati e statistiche del menu principale, dal quale è possibile accedere anche alla base dati delle biblioteche della Regione Veneto, nella quale sono consultabili altri dati forniti dalle biblioteche della rete polesana.

Solidarietà al Sistema Bibliotecario Provinciale

stop1Continua la campagna a sostegno della rete di cooperazione bibliotecaria polesana, che rischia di essere smantellata o ridimensionata a seguito del riordino delle Province in atto.
E’ importante che il Centro Servizi SBP possa continuare la sua attività perché è una rete strategica, che fornisce servizi di collegamento e tecnologici al territorio, senza i quali le biblioteche sarebbero condannate all’isolamento e ad una gestione analogica dei patrimoni librari. Per questa ragione la SBP ha attivato una pagina facebook per dire NO ALLA CHIUSURA DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI ROVIGO. Chi volesse manifestare la propria solidarietà può farlo collegandosi all’indirizzo https://www.facebook.com/salvalarete

NO alla chiusura del Sistema Bibliotecario Provinciale

SBP_jailIl riordino delle Province sta mettendo concretamente a rischio il Sistema Bibliotecario Provinciale.
Le speranze che Stato e Regione stabilissero un riassetto o un piano di riorganizzazione che garantisse la continuità del servizio e del personale si sono rivelate sino ad ora vane.
Allo stato attuale per il Centro Servizi SBP si profila la cessazione dell’attività, per le biblioteche l’interruzione dei servizi web (accesso al catalogo collettivo e locale EW, al software gestionale FX, a quello di catalogazione EC), del collegamento settimanale del corriere per l’interprestito, dell’assistenza tecnica e biblioteconomica, degli acquisti coordinati, dei programmi di promozione alla lettura di rete e della catalogazione centralizzata.
I dipendenti della Provincia di Rovigo dal 19 dicembre hanno deciso lo stato di agitazione con l’occupazione simbolica della sede di Palazzo Celio dalle 8 alle 24 e lunedì 22 è prevista una manifestazione congiunta a Treviso. Difendiamo il nostro posto di lavoro ma anche la continuità e la gratuità dei servizi che facciamo a voi e ai cittadini.
Se questo vi preoccupa vi invito a manifestarci la vostra solidarietà anche solo inviandoci una mail, pubblicando un pensiero sui vostri profili FB, Twitter o altro, commentando in calce a questo articolo spiegando le ragioni per le quali è importante per voi che il SBP continui ad esistere.

NO ALLA CHIUSURA DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE